Pensione integrativa, quale scegliere nel 2018



Pensione integrativa, quale scegliere nel 2018




In questo articolo vedremo insieme quale pensione integrativa scegliere nel 2018 e cercheremo di capire se conviene oppure no costruirvi una pensione integrativa. Inoltre, spiegheremo cos’è la pensione integrativa con alcuni esempi pratici ed infine andremo ad elencare le migliori pensioni private da cui scegliere. Quindi non resta che proseguire con la lettura di questa guida e scoprire la pensione integrativa più adatta a te. Di fondo anche se ci sono stati gli aumenti pensione 2018, avere una fonte di reddito costruita con la pensione integrativa è sempre una buona cosa.

Cos’è la pensione integrativa

La pensione integrativa oppure meglio conosciuta come previdenza integrativa. Essa non è altro che un’aggiunta alla normale pensione. Lo scopo della pensione integrativa è quello di aggiungere una forma di risparmio alla vostra pensione obbligatoria mantenendo cosi il vostro tenore di vita anche quando si andrà in pensione.

Possono procedere con la richiesta di una pensione integrativa:




  • Lavoratori dipendenti;
  • Lavoratori autonomi;
  • Liberi professionisti;
  • Socio di cooperative.

La funzione della previdenza integrativa è davvero molto semplice. Infatti, è possibile scegliere tra le tre tipologie di fondi pensioni: aperti, chiusi e i piani individuali pensionistici (Pip). Scelto il vostro fondo pensione, bisognerà versare nel corso degli anni, ossia mensilmente, trimestralmente, ecc, una certa cifra di denaro che poi con il passare degli anni diventerà una vera e propria è propria pensione aggiuntiva.

Vantaggi e svantaggi della pensione integrativa

I vantaggi offerti dalla pensione integrativa sono davvero molti, ma contemporaneamente ai vantaggi, le pensioni private hanno anche molti svantaggi. Vediamo insieme quali sono i vantaggi e gli svantaggi.

Vantaggi:

  • I versamenti possono essere deducibili dal vostro reddito. Fino a 5.164 euro per i primi 5 anni, mentre dal sesto anno in poi sarà possibile dedurre entro il limite di 7.746 €.
  • I rendimenti della pensione privata sono sottoposti ad una tassazione pari all’11%;
  • Nessun obbligo di versare un premio fisso;
  • Accumulo di capitale.

Gli svantaggi:

  • Possibilità di perdere denaro nel caso in cui il vostro fondo pensionistico dovrebbe fallire;
  • Infatti, se versate 20 euro sol 19 euro saranno versati realmente sulla vostra pensione integrativa;
  • Poca flessibilità.

Dove versare la mia pensione integrativa

Visti quali sono i vantaggi ma soprattutto gli svantaggi di avere una pensione integrativa, vediamo dove versare la pensione privata.

Il consiglio è quello di aprire una previdenza integrativa presso banche oppure poste italiane, poiché rispetto ad altre società sono molto più solide e non hanno nessun rischio di fallimento e quindi non si rischia di perdere tutti i risparmi in caso di fallimento della società che offre questo servizio.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

1 Trackback / Pingback

  1. Pensione integrativa si può scaricare dal 730?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.