Aprire un’associazione culturale, tutto quello che c’è da sapere



Aprire un’associazione culturale, tutto quello che c’è da sapere




Molteplici sono le motivazioni per le quali si decide di aprire un’associazione. Spesso però non è facile aprirne una, anche chi è più audace finisce per mettere da parte il progetto. Se state pensando di aprirne una, di seguito vi spiegheremo tutti i passi per dar vita ad un’associazione culturale.

Cos’è un’associazione culturale? Quali sono i ruoli da ricoprire?

Un’associazione culturale è la condivisione da parte di un gruppo di persone (secondo la legge almeno 3) che condividono gli stessi interessi, stessi ideali o scopi. Le discussioni trattate dalle associazioni sono varie, umanistiche, artistiche, culturali, fino ad arrivare a questioni politiche e commerciali.

Una volta costituito il gruppo, dovete decidere insieme qual è l’obbiettivo della vostra organizzazione, ossia la mission e come approfondirlo, tutelarlo, e promuoverlo all’esterno. Come abbiamo detto bisogna riunire almeno 3 soci fondatori. Essi dovranno avere delle conoscenze di carattere amministrativo e legale, e capacità gestionali e manageriali.

È necessario in seguito stabilire i ruoli che ognuno coprirà nell’associazione come ad esempio: il Presidente che rappresenterà l’azienda, e avrà la responsabilità giuridica. L’Assemblea dei soci, un organo importante, che viene riunita una volta l’anno. Discute e approva i bilanci, ed elegge i consigli. Il Consiglio direttivo che si occupa dell’amministrazione, ed è formato da un numero dispari di componenti tra cui anche il presidente o il vicepresidente. Ed infine il Collegio dei revisori del conti che viene eletto dall’assemblea dei soci si occupa della gestione economico-finanziaria.




I documenti necessari per aprire un’associazione culturale

È importante procedere nella registrazione dell’associazione. Bisognerà sottoscrivere un contratto, ossia
atto costitutivo, dove si deciderà il nome dell’associazione, l’attività che si vorrà svolgere, lo scopo, la sede e anche il patrimonio.

Dovrete stilare il regolamento, un programma con tutti i compiti, la durata degli incarichi, i requisiti per entrar a far parte dell’attività, e i diritti e i doveri dei soci. Potrete poi recarvi presso gli uffici dell’agenzia delle entrate che vi forniranno il codice fiscale dell’associazione che vi permetterà di provare la sua esistenza.

Una volta costituita l’associazione è importante che essa non rimanga fine a stessa. Va, infatti, promossa e pubblicizzata, ed fondamentale coinvolgere chi ha gli stessi interessi. Per arrivare anche a chi non è a conoscenze dell’associazione potrete usare vari canali di comunicazione, persino internet, e nuovi social network. Inviare newsletter, email con i nuovi eventi, inoltre, potrebbe essere un buon modo per tenere sempre aggiornati chi vi segue.



Загрузка...