IVA, perché si paga questa tassa



IVA, perché si paga questa tassa




L’ IVA (Imposta sul Valore Aggiunto), è un’imposta indiretta sui consumi che in Italia ha un’aliquota del 22%. Nello specifico, l’IVA è un’imposta che viene applicata sul valore aggiunto di ogni fase di produzione e di scambio di beni e servizi.

Quando si parla di valore aggiunto, si fa riferimento all’incremento di valore delle materie prime iniziali a seguito dell’intervento del lavoro, delle macchine e delle altre attrezzature di produzione. In pratica, si tratta della differenza fra il valore finale di ciò che viene prodotto e il valore iniziale dei beni e servizi che vengono impiegati nel processo produttivo.

L’IVA è un’imposta sui consumi

L’IVA è un’imposta sui consumi proprio perché viene applicata sul consumatore finale ma in realtà viene applicata anche quando intercorre la vendita di un semilavorato da un’impresa ad un’altra.




Tuttavia, ci sono delle operazioni che sono esenti da IVA o non imponibili.

Infatti, affinché l’IVA venga applicata, ci devono essere tre presupposti:

  • oggettivo, cioè deve verificarsi la cessione di beni o prestazioni di servizi;
  • soggettivo, le cessioni o prestazioni devono essere effettuate da soggetti che abitualmente
    svolgono attività di impresa o di lavoro autonomo.

Infatti, sono tenuti a pagare l’IVA, coloro che svolgono lavoro autonomo in maniera stabile e
continuativa (sia che siano persone fisiche sia che siano società), ogni qualvolta ci sia cessione di beni o
prestazioni di servizi sul territorio nazionale.

Si tratta quindi delle Partite IVA e dei consumatori finali

Per quanto riguarda le imprese, si distingue fra IVA a debito (cioè quella sulle vendite, che deve essere
versata periodicamente allo Stato) e IVA a credito (cioè quella sugli acquisti).

  • Territoriale, le operazioni di cessione e prestazione di beni o servizi devono avvenire nel
    territorio dello Stato.

Dunque, se manca anche solo uno di questi presupposti, le operazioni sono escluse dall’applicazione
dell’IVA. Invece, quando si parla di operazioni esenti, anche se esistono questi presupposti, la legge
stabilisce che proprio su tali operazioni non venga pagata l’IVA.



Загрузка...

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. IVA sui prodotti, quante ne esistono?
  2. Aumento dell’IVA, cosa potrebbe cambiare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.