POS su smartphone, funziona il contactless?



POS




Grazie al Mobile POS si può trasformare il proprio smartphone in un POS che accetti come metodo di pagamento delle carte di credito, di debito o prepagate. Sarà sufficiente dotarsi di un lettore di carte piccolo e compatto e scaricare un’applicazione gratuita sul proprio cellulare che sarà utilizzato dal lettore per alcune funzionalità, come la gestione delle transazioni. Oggi sempre più commercianti stanno prendendo il lettore di carte Sumup per la sua facilità di utilizzo.

Pos sullo smartphone, per eseguire pagamenti in mobilità

In questo modo, sarà possibile eseguire delle transazioni in mobilità (questo è infatti uno dei vantaggi dell’utilizzare lo smartphone come POS). In particolare, per poter ricevere un pagamento, dopo aver aperto l’app apposita installata sul proprio smartphone, bisognerà digitare l’importo da pagare ed inserire la carta nel lettore. E’ prevista anche la modalità contactless: in questo caso, bisognerà solo avvicinare la carta allo schermo e digitare il proprio PIN solo se l’importo è superiore ai 25 euro.

La modalità contactless è resa possibile dalla tecnologia NFC (comunicazione a corto raggio) che mette in comunicazione due dispositivi vicini fra loro. Infatti, un dispositivo che integra un chip NFC viene riconosciuto dal POS contactless fino ad una distanza di 4 cm. Quindi, basterà utilizzare il proprio cellulare per portare a termine le transazioni ed il pagamento avverrà in tempo reale, in maniera del tutto sicura.

La tecnologia NFC

Prima del pagamento, l’esercente deve attivare la tecnologia NFC sul proprio lettore di carte ed immediatamente verrà collegato il chip integrato nello smartphone e quello nel lettore di carte. Di solito poi, il lettore di carte riceve una password di riconoscimento dal POS (come di solito avviene quando si connettono due smartphone fra loro durante la condivisione in Bluetooth). Il lettore comunicherà la richiesta di pagamento e l’utente dovrà utilizzare l’applicazione per poter confermare l’importo (questo potrà avvenire solo dopo aver inserito il PIN comunicato precedentemente).




La richiesta del PIN è una maggiore tutela per il consumatore che viene protetto da eventuali frodi, ecco perché questo metodo viene sempre più scelto da clienti e dagli esercenti.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.