Bonus affitti, si può richiedere per l’emergenza?



Bonus affitti




L’emergenza Coronavirus ha messo in ginocchio l’economia del Paese comportando non poche difficoltà per imprese e famiglie che non possono far fronte neppure alle normali spese legate al proprio negozio, come ad esempio il pagamento delle bollette o dell’affitto del locale. Tanto che il governo ha dovuto creare un protocollo ad hoc chiamato Cura Italia, quello in cui rientra il bonus delle 600 euro.

Decreto Cura Italia

Proprio a quest’ultimo proposito, fra le misure del Governo contenute nel decreto Cura Italia, c’è quella che riguarda il Bonus affitti.

In particolare è l’articolo 65 del decreto Cura Italia a prevedere il Bonus affitti per negozi e botteghe a favore dei lavoratori autonomi (negozianti, commercianti, artigiani e così via) costretti a chiudere le proprie attività al fine di adeguarsi alle misure restrittive imposte per limitare il contagio da Coronavirus. Il Bonus affitti non implica la sospensione dei pagamenti dell’affitto ma un credito d’imposta pari al 60% del canone di locazione versato o da versare.

Ovviamente, questo credito d’imposta spetta soltanto a coloro che abbiano dovuto interrompere la propria attività commerciale e si riferisce soltanto alle locazioni di natura commerciale (categoria C1) e non già agli immobili di abitazione (per coloro che abbiano, ad esempio, perso il lavoro). L’Agenzia delle Entrate, con una sua circolare (risoluzione 13/E del 20 marzo), ha comunicato il codice da usare per la compensazione del credito di imposta (codice tributo 6914) direttamente sull’F24, a titolo di Bonus affitti.




La misura, per il momento, ha valenza per il mese di marzo

La misura, per il momento, ha valenza per il mese di marzo ed è dunque necessario aspettare il prossimo decreto per conoscere eventuali proroghe: stando a delle ipotesi, infatti, con le prossime comunicazioni del Governo il credito d’imposta verrà prorogato, per botteghe e negozi, anche per aprile e maggio e forse verrà esteso agli immobili ad uso non abitativo colpiti dall’emergenza (come alberghi o ristoranti).

Comunque, il Movimento 5 Stelle preme affinché il Bonus affitti venga esteso anche alle Partite IVA (quindi ai professionisti) ma per sapere se questo succederà, bisogna attendere il prossimo decreto


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.