Bancarotta fraudolenta, che cosa significa



Bancarotta




La bancarotta è un reato previsto dalla legge fallimentare che può essere messo in atto da un imprenditore allo scopo di diminuire la garanzia patrimoniale nei confronti dei creditori. Anche questo è un reato finanziario come ad esempio l’appropriazione indebita di cui già abbiamo parlato negli articoli precedenti.

Infatti, essendo il capitale dell’imprenditore la garanzia del soddisfacimento dei suoi creditori, può capitare che l’imprenditore compia delle azioni che mirino al depauperamento del patrimonio a svantaggio dei creditori.

Si distingue la bancarotta semplice e quella fraudolenta

Si distingue la bancarotta semplice e quella fraudolenta: la prima è quella più lieve (e viene punita da 6 mesi a 2 anni di reclusione, ed eventualmente con pene accessorie) mentre la seconda è più grave (le sue pene vanno da un minimo di 3 anni ad un massimo di 10 di reclusione).

La bancarotta fraudolenta si caratterizza per la presenza del dolo specifico cioè dell’intenzionalità dell’imprenditore di compiere delle azioni finalizzate a ledere i diritti dei creditori insoddisfatti.




Può essere:

  • per distrazione, che si verifica quando l’imprenditore sottrae, distrae, nasconde o distrugge beni e risorse finanziarie dal proprio patrimonio o da quello collettivo per arricchire se stesso; la garanzia patrimoniale su cui possono soddisfarsi i creditori viene così ridotta o sparisce del tutto
  • preferenziale, si verifica quando l’imprenditore paga solo alcuni dei creditori e non tutti. In questo caso viene meno uno degli elementi principali su cui si basa la gestione del patrimonio fallimentare, cioè la par condicio creditorum, secondo la quale ogni creditore ha il diritto soddisfare le proprie pretese sul patrimonio del fallito in condizioni paritarie
  • documentale, ogni imprenditore che esercita un’attività commerciale è tenuto a compilare, tenere e conservare determinati libri contabili. Le scritture e i libri contabili variano in base alla forma giuridica con cui si decide di svolgere l’attività imprenditoriale. Si verifica la bancarotta fraudolenta documentale quando l’imprenditore falsifica, distrugge o sottrae i libri contabili con lo scopo di procurarsi un ingiusto profitto, danneggiando nel contempo i suoi creditori.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.