Aggiotaggio, si rischia il carcere?     



Aggiotaggio




Fra i reati finanziari e bancari che si possono commettere c’è quello di aggiotaggio, di cui spesso si sente parlare anche nelle notizie di cronaca. Questo reato si configura quando un soggetto diffonde delle notizie false con lo scopo di manipolare il mercato, per ricavarne dei benefici.

È l’articolo 501 del codice penale

È l’articolo 501 del codice penale a disciplinare il reato di aggiotaggio comune, dichiarando che “Chiunque, al fine di turbare il mercato interno dei valori o delle merci, pubblica o altrimenti divulga notizie false, esagerate o tendenziose o adopera altri artifici atti a cagionare un aumento o una diminuzione del prezzo delle merci, ovvero dei valori ammessi nelle liste di borsa o negoziabili nel pubblico mercato, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da 516 euro a 25.822 euro”.

Se l’aumento o la diminuzione del prezzo delle merci o dei valori si verifica, le pene sono aumentate.

Le pene sono più severe anche nel caso in cui ci siano dei cambiamenti effettivi nel mercato a causa delle notizie comunicate.




Dunque per il reato di aggiotaggio si rischia il carcere fino a 3 anni, oltre a sanzioni pecuniarie.

Anche il codice civile disciplina il reato

Anche il codice civile disciplina il reato di aggiotaggio bancario e finanziario nell’articolo 2637, in questo modo: “Chiunque diffonde notizie false, ovvero pone in essere operazioni simulate o altri artifici concretamente idonei a provocare una sensibile alterazione del prezzo di strumenti finanziari non quotati o per i quali non è stata presentata una richiesta di ammissione alle negoziazioni in un mercato regolamentato, ovvero ad incidere in modo significativo sull’affidamento che il pubblico ripone nella stabilità patrimoniale di banche o di gruppi bancari, è punito con la pena della reclusione da uno a cinque anni”.

Tali sanzioni spettano anche nel caso in cui il reato venga commesso all’estero arrecando danno all’economia e alla valuta nazionale, e vengono raddoppiate se il danno favorisce interessi stranieri o determina un deprezzamento della stessa valuta o dei titoli di Stato.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.