Conto cointestato, cosa accade al decesso di uno dei titolari?     



Conto cointestato




Il conto corrente cointestato è, come dice la parola stessa, un conto bancario intestato a più soggetti (non c’è un limite), anche non legati da vincoli di parentela.

È una soluzione spesso adottata da coniugi o persone conviventi per poter disporre di un solo conto corrente, senza dover pagare più volte spese di apertura del conto o di gestione.

Quando si apre il conto cointestato, devono essere presentati i documenti (documento d’identità e codice fiscale) di tutti i soggetti a cui viene intestato il conto; inoltre deve essere depositata la firma originale di tutti i cointestatari.

Il conto corrente cointestato può essere:

  • a firma disgiunta, che implica che sul conto tutti i cointestatari possono operare con pari diritto (ognuno può eseguire bonifici, prelievi, domiciliare le utenze, accreditare lo stipendio)
  • a firma congiunta, che implica che per compiere le operazioni (di prelievo, disposizione di bonifici o emissione di assegni) è necessaria la presenza di tutti i cointestatari

Ma cosa succede in caso di decesso di uno dei titolari di un conto cointestato?




Bisogna distinguere a seconda del tipo di conto cointestato aperto: infatti, nel caso di conto cointestato a firma disgiunta, la parte che può essere considerata di spettanza del defunto, viene bloccata e va in eredità secondo le regole di successione del codice civile o l’eventuale testamento del soggetto che è morto.

Per il resto dell’ammontare del conto, invece, ogni titolare ne può disporre in piena autonomia.

Nel caso in cui invece il conto cointestato fosse a firma congiunta, considerando che nessuno degli intestatari può svolgere alcuna operazione senza la firma dell’altro, le somme vengono congelate fino a che non viene completata la procedura di successione e vengono stabilite le quote spettanti ad ogni cointestatario.

Quindi, con l’apertura della successione, la banca scongela le somme e le liquida agli eredi; i titolari del conto possono così rientrare in possesso del proprio denaro e ricominciare a compiere normalmente ogni operazione.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.