Pagamento TARI come va pagata la tassa sui rifiuti



Pagamento TARI come va pagata la tassa sui rifiuti




La Tari è una delle imposte che crea maggiori divisioni e polemiche in giro per la penisola. Essendo una tassa comunale, in molte città diventa la protagonista di accesi dibattiti politici e non solo. Il pagamento Tari tra l’ altro è tra le tasse più evase, infatti molte persone sembrano letteralmente snobbare l’ arrivo dei bollettini Tari.

La Tari è la tassa sui rifiuti ed è previsto il pagamento nettezza urbana in varie rate, per la precisione 4 nel corso dell’anno. Ovviamente il regolamento può essere modificato se sussistono determinate condizioni dalla giunta comunale.

Di conseguenza la scadenza Tari cambia da comune a comune seppur in linea di massima per il periodo da gennaio ad aprile è fissata per il 31 maggio, passando al periodo tra maggio ed agosto la scadenza Tari è fissata al 31 luglio e l’ultima tra settembre e dicembre con il bollettino Tari da pagare entro e non oltre il 30 novembre.

Ecco come effettuare pagamento Tari

Per il pagamento Tari è previsto dell’invio dell’apposito bollettino Tari presso il domicilio del proprietario della casa, dell’ufficio o del locale di riferimento. Il consiglio, però, è quello di leggere nell’area dedicata proprio al pagamento nettezza urbana le specifiche per regolarizzare la propria posizione.




Alcuni comuni offrono anche l’opportunità del pagamento Tari online, seppur si tratta di una minima parte. Sul sito istituzionale di riferimento potrete trovare tutte le informazioni necessarie del caso.

La Tari come la maggior parte delle imposte prevede alcuni casi di esenzione. Sono comprensibilmente esenti dal pagamento Tari i locali o gli immobili che non possono produrre rifiuti.

Ovviamente per ottenere l’esenzione dal pagamento nettezza urbana e non ricevere il bollettino Tari dobbiamo dimostrare oggettivamente l’inutilizzabilità dell’immobile stesso.

In buona sostanza questo non deve essere dotato di collegamenti alla rete idrica, elettrica e fognaria dimostrando chiaramente che non potranno essere, neanche potenzialmente, prodotti rifiuti.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%