Nettezza urbana, se la casa è disabitata si paga?



Nettezza urbana




Dobbiamo pagare la nettezza urbana anche nel momento in cui la casa è disabitata? La Legge si esprime in maniera molto chiara a riguardo. La tassa sui rifiuti, ovvero la Tari, va pagata: non appena si sta per avvicinare la scadenza, a casa riceveremo il bollettino mediante cui potremo fare il pagamento. Ma se abbiamo una seconda casa, che cosa succede?

Nettezza urbana: una casa disabitata, cosa fare?

Per capire se dobbiamo pagare o meno la tassa dei rifiuti, faremo riferimento a come si esprime la legge a riguardo. “Produce immondizia chi possiede, occupa o detiene a qualsiasi titolo, locali o aree scoperte, che sono in grado dunque di generare rifiuti urbani ed assimilati. La tassa va pagata a prescindere dall’utilizzo che uno fa o meno del locale in questione.”

È anche pur vero che la Tari, ovvero la tassa sui rifiuti, può essere ridotta oppure possiamo richiedere delle esenzioni. In questo caso, dunque, l’esenzione va richiesta quando la casa è dichiarata inagibile. Bisognerà però oggettivamente dimostrare che la casa non è abitata.

Quando pagare la spazzatura

Nel caso di case inagibili, ad esempio, come quelle che non presentano una rete elettrica, idrica o fognaria, o che sia in fase di ristrutturazione. Ma cosa succede nel momento in cui non abitiamo in quella determinata casa solo ed esclusivamente per un periodo dell’anno?




In quel caso, invece, dovremo pagare la Tari, poiché lo dice la legge stessa. Nel momento in cui siamo i proprietari ufficiali di un locale che produce spazzatura, pur non abitandovi e la casa è dichiarata perfettamente a norma, dobbiamo mettere in conto la tassa della spazzatura.

Tuttavia, se appunto la casa è in condizioni non abitabili, potrete richiedere l’esenzione della Tari, che calcolerà il totale della spazzatura solo nella casa in cui vivete, segnando i membri famigliari presenti nel nucleo.

 


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.