Si fa ancora in tempo per la rottamazione delle cartelle?



Si fa ancora in tempo per la rottamazione delle cartelle?




Uno fra gli argomenti burocratici più scottanti di questi ultimi mesi è stato senz’altro la vicenda riguardante la rottamazione delle cartelle e l’attuazione della pace fiscale 2018. Coloro che avevano presentato la domanda puntualmente, dovrebbero risultare in regola e in attesa della mora che estinguerà tutti i debiti ed interessi condonati.

Tuttavia, non tutti sono riusciti a realizzare il loro intento e a presentare la domanda puntualmente. Questo non tanto per colpa dei soggetti singoli, ma per rallentamenti che si sono verificati all’interno del sito dell’Agenzia dell’Entrate. Vediamo quindi cosa poter fare per la rottamazione delle cartelle e se si è ancora in tempo per riscattarsi.

Attesa della proroga per la rottamazione cartelle

Fino ad oggi, si sapeva che il limite massimo per presentare domanda per la rottamazione cartelle risaliva al 15 maggio 2018. Tuttavia, per alcuni si sono riscontrati problemi per l’invio della domanda stessa e la ricezione da parte dell’Agenzia delle Entrate e, di conseguenza, si sta ancora attendendo una eventuale proroga.

Ma quando arriva tale proroga? Non si ha ancora una data precisa, anche se i rallentamenti e intasamenti del sito dell’Agenzia dell’Entrate sembravano essere abbastanza evidenti. Molti sono stati gli utenti in disappunto a causa di questa occlusione all’interno del sito. Il nuovo Decreto Milleproroghe entrato in vigore lo scorso 20 settembre sembra tuttavia aver scosso qualcosa, ma non sembra esserci ancora niente di definitivo.




Ciò che può rasserenare è la prossima Legge di Bilancio 2019 che dovrebbe far partire una nuova proposta di pace fiscale per le cartelle di Equitalia. Questo sarà un nuovo condono non solo per quanto riguarda la rottamazione delle cartelle, ma anche per quanto riguarda eventuali liti fiscali che si sono verificate fino ad oggi.

Detto questo, non ci resta che aspettare e sperare che l’Agenzia dell’Entrate migliori le prestazioni all’interno del sito e riesca a ricevere le domande ancora in coda per il condono da effettuare e la rottamazione cartelle imminente.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.