Pagamento con carta da contestare, come si fa?






Scegliere la giusta carta di credito tra le tante è importante per quanto riguarda le spese relative alla gestione, purtroppo può capitare che controllando l’estratto conto ci siano dei movimenti che non riconosciamo. Nel momento in cui dobbiamo contestare un pagamento con carta, c’è una prassi da rispettare. Qual è nello specifico? Come possiamo muoverci? Contestare un pagamento è di certo un problema. Fortunatamente, però, ci viene in aiuto la legge, che è molto esplicita a riguardo. Di seguito, vi aiutiamo ad analizzare la situazione e vi diamo dei consigli a riguardo.

Pagamento con carta da contestare: come possiamo farlo?

Pagare con la carta è certamente comodo, ma è una sorta di “arma a doppio taglio”. Spesso, ci accorgiamo infatti di eventuali errori quando andiamo a controllare il nostro estratto conto. Ma come possiamo contestare una transazione avvenuta sulla nostra carta?

Anzitutto, abbiamo bisogno dei documenti che provano ciò che stiamo per contestare. Tutti gli istituti bancari e postali offrono la possibilità di contestare un pagamento. Quanto tempo abbiamo per presentare la contestazione? Stando a quanto afferma la legge, il limite massimo è di 60 giorni. Purtroppo, una volta trascorsi i 60 giorni, non sarà più possibile farlo, poiché tutti i pagamenti saranno approvati.

Contestare un pagamento: ecco che cosa dobbiamo fare

Grazie al web, possiamo andare sul sito della nostra banca o della posta e scaricare uno dei tanti moduli per contestare la transazione. La prima cosa da fare è munirci del modulo e della documentazione che attesta il problema e inviare il tutto all’istituto. Possiamo allegare ogni aspetto, dagli scontrini fino all’estratto conto. Inviate il materiale con la raccomandata A/R, in modo tale da essere informati sulla consegna della posta.




Un responsabile prenderà in carico la vostra contestazione e vi darà modo di seguirla insieme. Potete eventualmente presentarvi anche alla banca o alla posta per discuterne con il dirigente nel caso di somme ingenti. Per questo motivo, vi consigliamo sempre di controllare gli estratti conto, al fine di avere tutto sotto controllo e prevenire tali inconvenienti.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.