Scoperto bancario, come funziona



Scoperto bancario




Lo scoperto bancario, anche detto fido, è una forma di prestito con cui il titolare di un conto corrente, autorizzato dalla sua banca,  può prelevare in misura eccedente le proprie disponibilità. In questo modo, la banca dà la possibilità al correntista di non “andare in rosso”.

Il correntista può richiedere lo scoperto bancario, ad esempio, quando non ha le liquidità necessarie per fronteggiare delle spese impreviste.

Come funziona lo scoperto bancario?

La banca concede al titolare del conto corrente una certa somma di denaro che può utilizzare tutta o in parte, se ne ha bisogno: può così effettuare assegni o bonifici o, ancora, prelevare.

Quando si richiede lo scoperto bancario bisogna considerare i tempi e i costi.




Infatti, lo scoperto bancario può essere a tempo determinato o a tempo indeterminato: nel primo caso, la banca può concedere un certo importo per un dato periodo di tempo. Ciò si traduce che la banca può recedere dal contratto solo per giusta causa e deve dare la possibilità al cliente di ripagare il suo debito in un periodo di almeno 15 giorni.

Se si tratta di scoperto bancario a tempo indeterminato

Se si tratta di scoperto bancario a tempo indeterminato, invece, l’importo viene concesso dalla banca per un periodo non prestabilito ed entrambe le parti possono recedere dal contratto con un preavviso di 15 giorni. Per quanto riguarda i costi, invece, questi possono cambiare da banca a banca e dal contratto.

Bisogna considerare, in particolare, gli interessi calcolati sull’importo del fido utilizzato e sulla durata: in genere, si prevede un canone mensile cioè la commissione per la messa a disposizione dei fondi (al massimo pari allo 0,5% della somma concessa per trimestre).

Questo canone deve essere pagato anche se non si sta usando il fido. Ad ogni modo, per poter conoscere il canone che si dovrà pagare con lo scoperto bancario richiesto, si possono utilizzare anche i simulatori online.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





4 Trackbacks / Pingbacks

  1. Scoperto bancario, si pagano gli interessi?
  2. Scoperto bancario, c’è su tutti i conti?
  3. Scoperto bancario in caso di assegno, cosa accade?
  4. Scoperto bancario, si rischia l’iscrizione alla centrale rischi?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.