Blocco amministrativo auto, come si toglie



Blocco




Con il blocco amministrativo (o fermo amministrativo) viene impedita la libera circolazione del veicolo (auto o moto). Non può nemmeno essere esportata o demolita, almeno fino a quando il debito non viene saldato.

Tuttavia, su un veicolo sul quale c’è blocco amministrativo non può essere impedita la vendita (ovviamente è consigliabile avvertire l’acquirente della situazione pendente in capo al veicolo). Questa misura è prevista quando si hanno delle pendenze con le tasse ad esempio.

Ma come si toglie il blocco amministrativo?

Il primo modo per togliere il blocco amministrativo è saldare il debito, aprendo una pratica di cancellazione del fermo agli uffici del PRA, in una delegazione ACI o in un’agenzia di pratiche auto.

Sarà necessario presentare questi documenti:




  • il provvedimento di revoca in originale rilasciato dopo aver saldato il debito.Questo documento riporta i dati del veicolo, del debitore e l’importo del credito di cui si chiede la cancellazione.
  • Il CdP (Certificato di proprietà) che va compilato sul retro, il Foglio Complementare (con il modello NP-3) oppure il CDPD (Certificato di Proprietà digitale)

Se si chiede la cancellazione del blocco amministrativo con il CdP o il CDPD, il costo sarà di 32 euro; se invece lo si chiede con il Foglio Complementare e il modello NP-3 bisognerà pagare 48 euro.

A questo punto, se la richiesta ha avuto esito positivo, il fermo amministrativo dell’auto verrà cancellato e si verrà in possesso di un nuovo CDPD.

Per togliere il blocco amministrativo su un auto che serve come strumento lavorativo, invece, bisogna dimostrare alla Società di Riscossione che il mezzo sottoposto al fermo è strumentale all’attività d’impresa o professionale.

In questi casi, bisognerà presentare le fotocopie di questi documenti:

  • fattura di acquisto
  • certificato di proprietà
  • libretto di circolazione
  • registro degli acquisti

È necessario, però, richiedere la cancellazione del blocco amministrativo entro 30 giorni dalla comunicazione preventiva (anche se questo termine non è perentorio).


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.