Auto con blocco amministrativo, cosa succede quando ci fermano



Auto




Un auto sottoposta a blocco amministrativo (o fermo amministrativo) non può liberamente circolare né essere esportata o demolita, almeno fino a quando il debito non viene saldato. Questo è il caso di quando abbiamo delle pendenze con l’agenzia delle entrate ad esempio.

Può però essere venduta (in questo caso è consigliabile avvertire l’acquirente della situazione in cui si trova il mezzo).

Auto con blocco, si può circolare?

Il proprietario, il conducente o un altro soggetto obbligato in solido, deve provvedere alla collocazione dellauto sottoposta a blocco amministrativo in un luogo non sottoposto a pubblico passaggio.

Inoltre, su ogni veicolo sottoposto a fermo amministrativo deve essere apposto dall’organo di polizia un sigillo che verrà rimosso dallo stesso, una volta estinto il debito.




Ma cosa succede se si circola comunque con un auto sottoposta a blocco amministrativo e si viene fermati?

In base al Decreto legislativo 285/92

In base al Decreto legislativo 285/92, se si circola anche se la propria auto è sottoposta a fermo amministrativo, si può incorrere in una multa che va da 776 euro a massimo 3111 euro.

A questa sanzione pecuniaria si aggiungono delle sanzioni amministrative accessorie di revoca della patente e confisca dell’auto.

Una volta accertato dagli organi di polizia che il veicolo era sottoposto a fermo amministrativo, viene compilato il verbale di contestazione relativo alla sanzione pecuniaria e trasmesso all’Agenzia Entrate Riscossione che provvederà a pignorare il veicolo.

La vettura, in questi casi, viene rimossa dall’organo di polizia e trasportata presso un deposito giudiziario.

Una circostanza che si può verificare quando si circola con un auto sottoposta a blocco amministrativo, è quella di venire coinvolti in un sinistro.

In questo caso, qualora si accerti che il veicolo non avrebbe potuto circolare, non si potrà usufruire della copertura assicurativa (e dunque si dovranno pagare da soli i danni e tutte le spese legate all’incidente).

E nel caso in cui si siano procurati danni importanti alle persone, si dovranno risarcire questi di tasca propria.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.