Tasse affitti non percepiti, si possono non pagare?



Tasse




Con l’emergenza Coronavirus in atto, sono stati tantissimi gli inquilini che non hanno potuto pagare gli affitti della propria casa.

Fortunatamente, in caso di morosità da parte dell’inquilino e per gli affitti non percepiti, i proprietari di casa possono non pagare le tasse.

Tasse e affitti non pagati

I canoni di locazione non percepiti, non concorrendo alla formazione del reddito, non vanno dichiarati in dichiarazione dei redditi.

Questo purché la mancata percezione sia comprovata dall’intimazione di sfratto per morosità o dall’ingiunzione di pagamento.




Dunque, affinché non si debbano pagare le tasse sugli affitti non percepiti, è necessario che il proprietario richieda lo sfratto per morosità all’inquilino,  seguendo l’apposita procedura giudiziaria che, in caso di esito positivo, si concluderà con una convalida dello sfratto da parte del giudice.

In alternativa, il proprietario dovrà chiedere formalmente all’inquilino di saldare quanto dovuto, avvertendo che, in caso di mancato pagamento, si avrà la risoluzione del contratto.

Clausola risolutiva

Un’altra possibilità, se espressamente indicata nel contratto, prevede di utilizzare la clausola risolutiva espressa, che prevede di risolvere il contratto se la morosità supera dei limiti stabiliti.

In tutti questi casi, non si dovranno pagare le tasse per gli affitti non percepiti e addirittura si potranno recuperare le somme già pagate sui canoni di affitto che non sono stati pagati dagli inquilini.

Si ricorda che il Decreto Crescita ha stabilito che dal 1° gennaio 2020 in poi, si possono non dichiarare gli affitti non percepiti sin dal momento in cui viene notificata l’intimazione di sfratto per morosità, quindi ancora prima dell’emissione della convalida di sfratto da parte del giudice.

Spesso, infatti, l’emissione della convalida di sfratto ha dei tempi lunghi (fino ad un mese); fra l’altro, ora, proprio a causa del Coronavirus, gli sfratti sono sospesi fino al 30 giugno 2021.

Dunque al proprietario della casa basterà intimare lo sfratto per non dover essere obbligato a dichiarare i canoni non percepiti e non dover pagare le tasse su questi canoni non pagati.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.