Fermo amministrativo, quando accade     



Fermo amministrativo




Una delle cose peggiori che può accadere ad un automobilista è che la sua auto venga sottoposta a fermo amministrativo. In questo caso il mezzo viene iscritto al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) e il suo proprietario non può circolare in strada con esso.

Il veicolo non potrà essere più utilizzato dal proprietario fino a che quest’ultimo non abbia saldato i propri debiti. Infatti, il soggetto che circola con un mezzo sottoposto a fermo amministrativo, in caso di controlli da parte delle autorità, può incorrere in delle sanzioni.

Durante il periodo di fermo amministrativo, il veicolo:

  • non può circolare
  • non può essere radiato dal PRA, esportato o rottamato
  • deve essere custodito in un luogo non soggetto a pubblico passaggio
  • può essere venduto, informando l’acquirente della sua condizione

Ma quando accade il fermo amministrativo?

Solitamente il fermo amministrativo di un automobile è la conseguenza del mancato pagamento di tasse, tributi o multe. Infatti, quando un soggetto ha un debito con l’Erario e non lo paga, diventerà destinatario di una cartella esattoriale che potrà pagare entro due mesi dalla data di notifica del pagamento.




Tuttavia, se non paga, l’Agenzia delle Entrate procede contro di lui ma, prima di farlo, avvisa il debitore del provvedimento amministrativo a suo carico. Il contribuente può mettersi in regola entro un mese ma se non procede al pagamento della cartella esattoriale, l’esattore può procedere al fermo amministrativo del mezzo.

Il contribuente può, entro 30 giorni, far cancellare il fermo amministrativo se dimostra che l’automobile è strumentale alla propria attività lavorativa. In quel caso specifico il provvedimento non viene iscritto al PRA.

Inoltre, il contribuente può richiedere la cancellazione del fermo amministrativo qualora ritenga che sia illegittimo.

Un esempio è quando c’è la mancata notifica della cartella di pagamento o la mancanza del preavviso di fermo.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.