Avviso bonario agenzia delle entrate, in arrivo le anomalie del 2017



Avviso




Un avviso bonario è una comunicazione che indica un’irregolarità nella compilazione della dichiarazione dei redditi che viene inviata dall’Agenzia delle Entrate.

Tantissimi contribuenti riceveranno nel 2022 degli avvisi bonari legati alle anomalie riscontrate nelle dichiarazioni dei redditi del 2017 sulla base dei dati dichiarativi disponibili nelle banche dati dell’Agenzia al 14-05-2017.

Sono stati esclusi dall’elaborazione delle comunicazioni i contribuenti che alla data del 31-05-2017 risultavano aver cessato l’attività, chiuso la partita IVA o deceduti.

Di fronte a queste anomalie, l’Agenzia delle Entrate si trova costretta ad inviare degli avvisi bonari per accertare gli errori.




Lo scopo del Governo è quello, infatti, di ottenere, entro la fine del 2022:

  • un aumento del 30% degli avvisi bonari inviati
  • una riduzione dei falsi positivi al 5%
  • un aumento del 20% degli incassi connessi all’adempimento spontaneo.

Allora, nel caso in cui si dovesse ricevere un avviso bonario, il contribuente, se riconosce che c’è stata una irregolarità, può regolarizzare la propria posizione mediante il pagamento, entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, di una sanzione ridotta (del 10% o del 20% a seconda che le comunicazioni di irregolarità derivino da controllo automatico o da controllo formale), dell’imposta e dei relativi interessi.

Nel caso in cui, invece, il contribuente non ritenesse fondata la comunicazione di irregolarità (derivante da controllo automatico) contenuta nell’avviso bonario può:

  • rivolgersi a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate
  • rivolgersi alle sezioni di assistenza multicanale telefonando al numero verde 800.90.96.96 (da telefono fisso) oppure allo 0696668907 (da telefono cellulare)
  • usare i servizi PEC e Civis, senza la necessità di doversi recare di persona presso gli sportelli degli uffici

Nel caso di comunicazione di irregolarità derivante dal controllo formale, invece, il contribuente può rivolgersi all’ufficio di competenza che ha emesso la comunicazione o avvalersi del servizio Civis.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.