Prestiti 2019 a fondo perduto che cosa sono



Prestiti 2019 a fondo perduto che cosa sono




Quando si parla di finanziamenti a fondo perduto ci si riferisce a quei prestiti agevolati che vengono erogati a coloro che ne fanno domanda, senza avere l’obbligo di dover restituire quella cifra, attraverso un piano di rate. Sicuramente tra i prestiti più convenienti 2019 sicuramente ci sono loro ma non è facile accedervi senza un progetto reale e promettente.

A seconda del tipo di finanziamento a fondo perduto, si può prevedere o la restituzione di una sola parte del capitale finanziato (sotto forma di rate o interessi) oppure nessuna restituzione (appunto, a fondo perduto). Questa seconda tipologia, che non prevede la restituzione del capitale finanziato, è una misura atta proprio a promuovere lo sviluppo economico e l’imprenditorialità.

Prestiti 2019, la procedura per quelli a fondo perduto

Infatti, i prestiti a fondo perduto possono essere richiesti, in particolare, da giovani imprenditori o imprenditrici che vogliano avviare una propria impresa o vogliano avviare una già esistente.

Più nello specifico si tratta di una serie di misure agevolative a favore di giovani under 30 o 35, oppure, a favore della imprenditoria femminile o ancora a favore di persone del Mezzogiorno. A seconda del tipo di finanziamento a fondo perduto, questi possono essere erogati da enti pubblici, regionali, statali o europei con il fine di promuovere e sviluppare l’imprenditorialità in Italia.




Prendere nota dei bandi

E’ possibile prendere nota delle agevolazioni e degli incentivi tramite i bandi che vengono pubblicati
periodicamente da questi enti. Una volta che ci si è informati su tali bandi e sui requisiti e le scadenze
per parteciparvi, si può trasmettere la domanda e, in base all’ordine cronologico, ci sarà una prima
valutazione più un colloquio per ammettere o meno l’erogazione del prestito a tale persona.

Ovviamente, chi riesce a ricevere un finanziamento a fondo perduto ha degli obblighi: le imprese che
hanno ricevuto l’incentivo devono esercitare la propria attività per almeno 5 anni dopo la concessione e
l’erogazione del prestito, mantenendo la sede operativa nei territori agevolati.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.