Cessione del quinto per pensionati, è fattibile?



Cessione del quinto per pensionati, è fattibile?




La cessione del quinto è un prestito che può esser trattenuto anche sulla pensione. Infatti, gran parte dei soggetti che ricevono la pensione mensile possono richiedere il prestito della cessione del quinto senza particolari problemi, a parte l’età che pone ovviamente dei limiti.

È infatti l’Inps stessa ad occuparsi della cessione in questo senso, collaborando con una banca o istituto finanziario (che si occuperà di garantire la somma in questione all’Inps) e considerando che tale prestito non supererà un quinto della pensione mensile.

Nello specifico, il prestito  può venir richiesto dal pensionato in questione facendo domanda ad un istituto di credito. Sarà poi quest’ultimo che andrà a concordarsi con l’Inps per rimborsare, attraverso addebiti automatici, la cessione del quinto.

Richiedere la cessione del quinto in pensione

Per richiedere la cessione del quinto, il pensionato necessita di richiedere il prestito in questione alla banca o istituto finanziario con cui si desidera collaborare.
Di conseguenza, dopo aver stabiliti l’accordo con il soggetto in questione,
l’Inps si occuperà di trattenere l’importo ricevuto.




In concreto, la prima cosa da fare per chiedere la cessione è informarsi per la comunicazione di cedibilità della pensione.
Quest’ultimo è un documento in cui viene indicato l’importo della cessione del quinto che spetterà al pensionato.

È opportuno precisare che ci sono alcuni soggetti sotto determinate pensioni che non possono richiedere questo tipo particolare di finaziamento. Infatti, per alcune tipologie di pensione come pensioni d’invalidità civili, assegni mensili per assistenze a pensionati per inabilità,
pensioni con assegni al nucleo familiare non rientrano nelle papabili pensioni per richiedere la cessione del quinto.

Da notare che la durata del prestito ha una durata massima di dieci anni e necessita di una polizza assicurativa, polizza che risulta fondamentale nel caso si verifichino eventi che rendano impossibile la restituzione della somma prevista (malattie, indisposizioni, morte del soggetto, etc.).



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.