Cessione del quinto, si può estinguere prima?



Cessione del quinto, si può estinguere prima?




Con la cessione del quinto è possibile ottenere trattenute in busta paga (corrispondenti ad un quinto dello stipendio mensile) che poi verranno restituiti tramite una rata mensile. Il datore di lavoro poi decurterà questa rata direttamente dallo stipendio del dipendente in accordo con la finanziaria.

Fin quando si ha un lavoro a tempo indeterminato magari in una grande azienda, è possibile chiedere la cessione del quinto senza particolari problemi. Anche nei casi in cui si risulta cattivi pagatori o soggetti etichettati come “protestati”, è possibile richiedere la cessione del quinto in ogni caso (fin quando il datore di lavoro lo autorizza).

Richiedere la cessione del quinto anticipatamente

Innanzitutto, è bene sapere che la durata della cessione può durare da un minimo di due anni fino ad un massimo di dieci. Ad ogni modo, tra le domande più fatte c’è quella sul possibile rientro in unica rata. In alcuni casi è possibile rimborsarla, pur pagando alcuni dei costi aggiuntivi.

Nello specifico, i decreti legislativi specificati dal 2009 dichiarano che “I contratti di credito indicano in modo chiaro e conciso: […] q) il diritto del consumatore al rimborso anticipato previsto dall’articolo 125-sexies, comma 1, del T.U.”.




In concreto, il cliente può ottenere un rimborso anticipato della cessione, ma la somma totale potrà risultare minore. Questo perché richiedere il rimborso anticipato della cessione del quinto comporta spese e costi per poter attuare tale azione.

Ci saranno infatti costi accessori che potranno entrare in gioco nel caso che si decida di ottenere la cessione del quinto anticipatamente. Tali costi sono commissioni bancarie, polizze di assicurazione e commissioni di intermediazione.

Di conseguenza, è opportuno valutare se chiedere la cessione del quinto anticipatamente può risultare vantaggioso oppure se comporta spese accessorie che, in fin dei conti, vanno a togliere denaro dalla cessione del quinto totale che ci spetterebbe.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.