Sgravi fiscali 2019 dipendenti, cosa portare in detrazione



Sgravi fiscali 2019 dipendenti, cosa portare in detrazione




Le detrazioni e gli sgravi fiscali 2019 spettano sia ai professionisti e ai lavoratori autonomi sia ai lavoratori dipendenti. Proprio i lavoratori dipendenti, infatti, godono di agevolazioni fiscali in relazione al periodo di imposta di effettivo servizio durante l’anno solare.

Il reddito per gli sgravi fiscali 2019

In particolare se:

  • reddito complessivo annuo è fino ad 8000 euro, allora la detrazione fiscale non può essere inferiore a 690 euro e se il rapporto di lavoro è a tempo determinato, la detrazione non può essere inferiore a 1380 euro;
  • il reddito complessivo annuo va da 8000,01 a 28 mila euro, allora la detrazione annua si calcola con 978,99+ [902,00x(28000,00 – Reddito complessivo): 20.000];
  • reddito complessivo annuo va da 28000,01 fino a 55 mila euro, allora la detrazione annua si calcola con 978,00 x [(55.000,00 – Reddito complessivo): 27.000];
  • il reddito complessivo annuo è superiore a 55.000 euro, allora la detrazione si azzera.

Tali detrazioni spettano a tutti i lavoratori che abbiano un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato.

I contratti di lavoro

Spettano anche a chi abbia un contratto di lavoro a progetto oppure di collaborazione continuativa e, ancora, per chi percepisce redditi assimilati come la NASPI. Per beneficiare delle detrazioni, nel modulo da consegnare al datore di lavoro sarà necessario indicare i dati sul coniuge a carico, i figli o gli altri familiari a carico.




Infatti, la detrazione spetterà solo nel caso in cui il marito o la moglie non possieda redditi propri superiori a 2840,51 euro all’anno. Questo vale anche nel caso di figli a carico, adottivi, naturali, riconosciuti, affidati o affiliati: dal primo gennaio 2019 i figli a carico sono coloro che abbiano un’età fino a 24 anni che possiedano redditi fino a 4000 euro.

Quanto agli altri familiari a carico, si intende quelli che siano titolari di un reddito non superiore a 2840,51 euro (ad esempio, genitori, generi, nuore, suoceri o nipoti).

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.