Decreto ristori 2021 associazioni culturali, come accedere   



Decreto




Possono accedere ai contributi a fondo perduto previsti dal Decreto ristori 2021 anche le associazioni culturali, purché rispettino alcuni requisiti:

  • abbiano attiva la Partita IVA alla data del 23 marzo 2021 (data di entrata in vigore del nuovo Decreto ristori)
  • abbiano ottenuto ricavi e compensi non superiori a 10 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019
  • abbiano subìto perdite di fatturato, tra il 2019 e il 2020, pari ad almeno il 30%, calcolato sul valore medio mensile
  • svolgano un’attività commerciale, anche se marginale, insieme a quella istituzionale

Le associazioni culturali che hanno attivato la Partita IVA

Possono ottenere il beneficio anche le associazioni culturali che hanno attivato la Partita IVA a partire dal primo gennaio 2019, anche in assenza del requisito di riduzione del fatturato.

Le associazioni culturali e gli altri soggetti che non possono ottenere l’erogazione dei contributi a fondo perduto sono invece:

  • i soggetti la cui attività risulta cessata alla data di entrata in vigore del decreto (23 marzo 2021) o che abbiano aperto la Partita IVA in data successiva all’entrata in vigore del decreto
  • gli enti pubblici di cui all’art. 74 del TUIR
  • i soggetti di cui all’art. 162-bis del TUIR

Per accedere ai contributi a fondo perduto, è necessario presentare domanda all’Agenzia delle Entrate, anche avvalendosi di un intermediario già delegato per il proprio Cassetto fiscale o per il servizio di consultazione delle fatture elettroniche, tramite i canali telematici dell’Agenzia o mediante la piattaforma web realizzata da Sogei.




Le credenziali Spid, Cie, Cns oppure Entratel dell’Agenzia

Si potrà accedere alla procedura utilizzando le credenziali Spid, Cie, Cns oppure Entratel dell’Agenzia.

L’Agenzia delle Entrate effettuerà delle verifiche sulle domande e, in caso di esito positivo, comunicherà al richiedente l’avvenuto mandato di pagamento del contributo (o il riconoscimento dello stesso come credito d’imposta, se si è optato per questa scelta).

Comunque l’utente può consultare l’esito della propria istanza nell’apposita area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” – “Contributo a fondo perduto” – “Consultazione esito”.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.